Warning: Declaration of WP_SimplePie_Blog_Item::get_id() should be compatible with SimplePie_Item::get_id($hash = false) in /membri/frescafrasca/wp-content/plugins/blogger-importer/blogger-importer-blogitem.php on line 24

Warning: Declaration of WP_SimplePie_Blog_Item::get_links($linktypes) should be compatible with SimplePie_Item::get_links($rel = 'alternate') in /membri/frescafrasca/wp-content/plugins/blogger-importer/blogger-importer-blogitem.php on line 24

Warning: Declaration of Blogger_Import_List_Table::prepare_items($blogs, $JSInit) should be compatible with WP_List_Table::prepare_items() in /membri/frescafrasca/wp-content/plugins/blogger-importer/blogger-importer-table.php on line 14
 VERBANOTIAMO ex splinder | VERBANOTIAMO ex splinder
Crea sito
Apr 25

rosa rossa

Rose rosse, rose belle

sia fiorite oppure in boccio

siete come le fanciulle

di rugiada dolce goccio.

 

Col sorriso sulle labbra

o col pianto intorno agli occhi,

con la foglia liscia e glabra

o velluto sotto ai tocchi,

 

rifiorite ancor le aiuole

luccicanti sotto il sole.

 

In questo tempo e quel che fu

portate sempre gioventù.

Apr 23

Le 5 dita della donna

particolare del dipinto le 3 età della donna di Gustav Klimt

olio su tela 1905

Smunta il presente e diventa passato,

piccola bimba graziosa tu nasci,

dolcezza e beltà natura ti ha dato.

Stagione lasci.

 

Ragazzina cresci allegra e vivace,

di dolci schiamazzi il mondo ora riempi

poi muta il corpo e diventi procace.

Cambiano i tempi.

Assume il tuo corpo dolci sembianze,

da delicato bocciolo fuoriesci,

nel portamento hai estreme eleganze.

Ancora cresci.

Donna matura di ricca passione

formi famiglia con gran dedizione,

nuove creature dispensa l’unione.

Altra stazione.

Piccole rughe e bianchi capelli

sono i segnali che scorre la vita,

ho raccontato i tuoi aspetti più belli

su cinque dita.

Apr 17

Caminetto acceso sfumato

Viva arde la fiamma nel caminetto,

pioviggina fuori dalla finestra,

tu siedi sul tappeto alla mia destra.

Il fuoco osservi con distratto aspetto,

s’arrossa al calore la nuda pelle

che mi pare brilli più delle stelle.

Ti osservo muto ma tu non mi guardi,

vestiamoci, che ormai si è fatto tardi.